Abbazia di Rosazzo

L'Abbazia di Rosazzo

Immagine dell' esterno dell'Abbazia (foto Viola)
Immagine sagrato (foto Viola)
Immagine del chiostro (foto Viola)
Immagine dell' esterno dell'Abbazia (foto Viola)
 
Chi arriva per la prima volta in Abbazia, generalmente non riesce a trattenere il suo stupore e spontaneamente esce in espressioni di ammirazione e di sorpresa per l'ambiente, il panorama, l'insieme del compesso abbaziale.

In realtà per la nostra zona è una vera fortuna avere a portata di mano questo 'luogo privilegiato'. Per chi desidera pregare e contemplare, per chi desidera confrontarsi o consigliarsi con una persona amica è sempre a disposizione questo ambiente raccolto, armonioso, rilassante.

Andando verso la bella stagione, ci saranno offerti degli appuntamenti straordinari come 'I Colloqui dell'Abbazia', il concerto di Pasqua, 'Rosazzo da Rosa', la celebrazione solenne della festa di San Pietro, titolare della Chiesa.

Ma l'Abbazia, anche nel suo ritmo ordinario rimane sempre un invito di particolare interesse.
Ogni domenica , alle ore 18.00 si celebra la Messa che è sempre sostenuta dal canto. Un'ora prima, è sempre disponibile il sacerdote per le Confessioni o per un dialogo con chi lo desiderasse.

Tutti i giorni dalle 9.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 18.00, tutti i giorni dell'anno, Chiesa e Abbazia sono aperte: questo significa che invitano, accolgono, offrono nella semplicità e nel silenzio tutto quello che sono.



L'Abbazia di Rosazzo si situa sui colli orientali del Friuli in località isolata sulle colline a nord-est di Manzano (Distretto della sedia), a una ventina di chilometri da Udine e a una decina dal confine con la Slovenia.
La millenaria Abbazia, le cui origini non sono ancora del tutto chiare, ha rappresentato in passato e rappresenta ancora oggi, soprattutto grazie alla sua posizione geografica, il punto di connessione fra occidente e oriente, ove culture diverse possono incontrarsi e dialogare.